Drupal 6 navigazione veloce.
menu principale | colonna di navigazione a sinistra | contenuto principale | colonna di navigazione a destra | piè di pagina

menu principale

contenuto principale

Organi collegiali

Gli Organi Collegiali sono organismi di governo e di gestione delle attività scolastiche a livello territoriale e di singolo istituto.
Gli Organi Collegiali della scuola, che - se si esclude il Collegio dei Docenti - prevedono sempre la rappresentanza dei genitori, sono tra gli strumenti che possono garantire sia il libero confronto fra tutte le componenti scolastiche sia il raccordo tra scuola e territorio, in un contatto significativo con le dinamiche sociali. Tutti gli Organi collegiali della scuola si riuniscono in orari non coincidenti con quello delle lezioni

QUADRO RIASSUNTIVO ORGANI COLLEGIALI

ORGANO COMPONENTI FUNZIONI
Assemblea di classe Dirigente Scolastico
Docenti e genitori della classe
  • Discutere la programmazione annuale didattica ed educativa
  • Eleggere i rappresentanti di classe
  • Discutere iniziative inerenti alla programmazione.
  • Verificare il lavoro didattico e gli aspetti educativi della classe.
Consiglio di Intersezione/interclasse

Consiglio di classe
(con genitori)

Dirigente Scolastico
Docenti del plesso o della classe
Genitori rappresentanti di classe
  • Verificare l'andamento didattico educativo
  • Formulare proposte al collegio docenti sezionale/unico sull'azione didattica ed educativa e su iniziative di sperimentazione
  • Esprimere parere sull'adozione dei libri di testo
  • Assumere eventuali provvedimenti disciplinari a carico degli alunni

 

Consiglio di Intersezione /interclasse

Consiglio di classe
(docenti)

Dirigente Scolastico
Docenti del plesso o della classe
 
  • Coordinare l'azione didattica ed educativa
  • Verificare periodicamente l'andamento didattico.
  • Valutare periodicamente gli alunni
Collegio Docenti sezionale Scuola Primaria
Scuola Secondaria 1° grado e Scuola dell’ Infanzia

Collegio Docenti Unico

Dirigente Scolastico
Docenti dell’Istituto Comprensivo
  • Elaborare la programmazione didattica ed educativa d’Istituto
  • Elaborare ed approvare il Piano dell’Offerta Formativa
  • Approvare progetti di sperimentazione
  • Verificare periodicamente l'azione didattica
  • Eleggere il comitato per la valutazione dei docenti in prova
  • Adottare i libri di testo
  • Formulare proposte relative agli orari delle lezioni
  • Promuovere iniziative di aggiornamento
Consiglio d’Istituto Dirigente Scolastico
8 rappresentanti dei docenti
8 rappresentanti dei genitori
2 rappresentanti personale non docente
  • Elaborare e adottare gli indirizzi generali
  • Deliberare il bilancio preventivo e il conto consuntivo
  • Deliberare l’impiego dei mezzi finanziari
  • Adottare il Piano dell’Offerta Formativa
  • Deliberare l’adozione dei regolamenti interni
  • Deliberare l’acquisto dei beni e delle attrezzature
  • Indicare i criteri generali per la formazione delle classi
  • Avere competenze in materia di uso delle attrezzature e degli edifici scolastici
  • Deliberare il calendario e l’orario scolastico
Giunta Esecutiva Dirigente Scolastico
Dirigente Amministrativo
un docente
due genitori
un rappresentante personale non docente
  • Preparare i lavori del Consiglio d’istituto
  • Curare l’esecuzione delle delibere del Consiglio d’Istituto
  • Proporre al Consiglio, entro il 31 ottobre, il programma delle attività finanziarie
Gruppo di Lavoro d’ Istituto per l’integrazione scolastica
degli alunni in situazione di handicap
Dirigente Scolastico
2 docenti curricolari
2 docenti di sostegno
1 rappresentante del personale ausiliario
Genitori di alunni in situazione di handicap
Componente genitori eletti nel consiglio di istituto
1 rappresentante dell’AUSL
1 rappresentante dell’Ente Locale
  • Promuovere una cultura dell'integrazione;
  • Favorire percorsi d'integrazione nell'ambito delle opportunità presenti sul territorio;
  • Indicare i criteri generali per attuare l’integrazione nella scuola di competenza;
  • Proporre al Consiglio di Istituto un piano di acquisti specifici;
  • Porsi come interlocutore privilegiato nel coordinare gli interventi previsti dagli Accordo di programma;
  • Valutare in corso d’anno e al termine dello stesso l’andamento dell’integrazione scolastica.

 

 


colonna sinistra

colonna destra

piè di pagina